L’aria nuova, con i piedi nel fango

Chissà per quale strana coincidenza, stamattina mi sono ritrovato ad ascoltare questa vecchia intervista di Pippo Fava. Era probabilmente nell’aria che sarebbe stata una giornata complicata, e che dopo qualche mese di inaspettata aria nuova, qualcuno ci tornasse a ricordare con forza in che mani siamo.

Rispondi