Come siamo diventati Dei


Puó essere utile prendere talvolta una via di fuga dall’attualità e provare a guardarsi da lontano.

Molto lontano. Partire da circa due milioni di anni fa, quando sulla terra vivevano diverse specie di homo. Non erano molto diverse da noi, ma avevano tutte caratteristiche peculiari. I nostri sussidiari ci hanno parlato dell’homo di Neanderthal, dell’homo di Cro-magnon e poi di quella specie a noi particolarmente familiare. L’homo sapiens. Non era particolarmente forte, ne agile, al contrario dei propri cugini. Nonostante tutto emerse sulle altre specie. Le ragioni che gli studiosi hanno cercato trovano una convetgenza su diversi fattori. La capacità di collaborare all’interno di comunità, e poi, soprattutto, la capacità di creare miti comuni.

Il viaggio dell’homo sapiens raccontato in questo saggio di un certo successo dello storico israeliano Harari rappresenta un analisi efficace della nostra storia evolutiva, ed offre spunti interessanti su cui è opportuno soffermarsi.

La nostra immaginazione ha consentito l’invenzione delle religioni, delle leggi che regolano la convivenza, della fiducia in qualcosa di non tangibile come il denaro. Ogni capitolo analizza questi aspetti che hanno portato l

Da animali a dei spiega come ci siamo associati per creare citta, regni e imperi; come siamo arrivati a credere negli dei,
nelle nazioni e nei diritti umani; come abbiamo costruito la fiducia nei soldi, nei libri e nelle leggi; come ci siamo ritrovati
schiavi della burocrazia, del consumismo e della ricerca della felicita.

Rispondi