Un futuro fantastico

Con lo sguardo esterno alle elezioni milanesi mi faccio un’unica domanda, che girerà come un tarlo nella testa di tanti fino ai risultati di domani sera. Mi chiedo se questi millantatori, mistificatori della realtà, capaci di farci credere che un tavolo è quadrato quando l’evidenza ci suggerisce che sia rotondo, saranno in grado di vincere ancora, imponendo una visione irreale, poggiata sui loro interessi. A seconda della risposta che ne verrà domani sera troveranno credito, giustificazione all’uso di mezzi sempre più fantastici ed allora vedremo asini capaci di volare, puttanieri diventare santi e santi rubare in chiesa, ed allora sarà davvero un futuro fantastico, uscito non dalla fantasia di un nuovo Walt Disney, ma da quella di modesti venditori di bufale a buon mercato.

Un pensiero su “Un futuro fantastico”

Rispondi