Roberto

Siamo lì a smarcare con i nostri telecomandi ogni giorno tra le D’Urso, i Costanzo, le De Filippi e i Giurato, tra le Clerici e gli Studi Aperti, i Minzolini e le Parodi, e poi dobbiamo anche star lì a far casino per poter godere per mezz’ora del genio di Benigni, o della timidezza e la fermezza delle parole di Saviano.

Così, per dire.

Un pensiero su “Roberto”

Rispondi