Sconclusionando Settembre

Ecco quello che mi manca per tornare a scrivere con continuità è una posizione più adeguata, che metta ordine tra le mie sgangherate posizioni.
E nonostante Materazzi trovi il tempo per querelarlo, Coliandro comincia a piacermi quanto l’idiozia di un Jack Black qualunque, fuori dalle pose da ispettore Callaghan, da uomo con l’ego sparato, che poi si perde nel nulla delle sue corse in macchina e delle birre scolate a fiumi.
Nel frattempo, inevitabilmente, ci si perde nei suoi occhi, in cui tutti possono incontrare cio che non sono mai stati, ciò che in quell’istante potrebbero diventare. E da quel momento non possono più farne a meno.

Rispondi