Che sia solo stupidità

Ogni giorno vedo uscire versioni diverse e quanto mai incoerenti sui possibili incontri di Noemi con S.B. e sull’inizio del rapporto con il povero Elio Letizia.
Qualcuno prova a tenerne traccia, ma risulta veramente difficile districarsi tra esse, o cercare di unirne i fili, tanto da creare l’idea di un mistero che il silenzio non fa che alimentare.
In tutto questo mi chiedo come mai Noemi, una ragazza che a sentir dire, passa molto tempo con il Premier, accudendolo nei suoi momenti di scoramento o accompagnandolo a cene ufficiali, non sia mai stata informata sull’importanza della discrezione in tutta questa storia piuttosto torbida. Impossibile che l’uomo più potente d’Italia possa aver trascurato questi dettagli, se non in un delirio di impunità.
E mi chiedo quale possa essere il cervello che possa aver portato questa ragazza a fare quelle famose dichiarazioni nella prima intervista a cuor leggero. E’ davvero stupidità o cos’altro?
Ho letto molto su questa storia ma questa domanda non sembra porsela nessuno. E’ troppo banale la risposta, probabilmente.

Se i risultati saranno quelli che prevede qualche ottimista oggi, ne faremo una divinità, un elogio alla stupidità, quella stupidità da lui idolatrata che ha finito per seppellirlo.

Rispondi