9 Maggio 1978

Anche se non amo le commemorazioni, ieri avrei voluto anch’io essere a Cinisi a ricordare il nostro Peppino Impastato.
Non credo ci sia molto d’aggiungere, se non la possibilità di rileggere due articoli risalenti ai giorni successivi all’omicidio.
Il primo, pubblicato sul Corriere della Sera, fa sua la tesi ufficiale di quei giorni sul giovane terrorista.
Il secondo, opera di Mario Francese, comincia a gettare l’ombra della mafia sulla morte di Peppino, raccogliendo per primo la denuncia di Felicia Impastato.
Come dice Geri, erano altri giornali ed altri cronisti.

Rispondi