Vai Girandengo!

Era tra i buoni propositi per settembre, mese da sempre dei nuovi obiettivi, delle nuove partenze.
E cosi mi sono armato di buona volontà e da stamattina ho preso ad andare a lavoro in bici. Sono venti minuti vissuti molto pericolosamente, com’è la vita in Italia di tutti coloro che si avventurano nell’uso della bici, cercando di non fare semplicemente cicloturismo.
Non so quanto potrà durare visto che non avrò intenzione di rischiare la vita in quel pezzo di strada senza pista ciclabile quando le giornate si accorceranno. Intanto cercherò di ricordare come diamine fanno i ciclisti a stare su quei sellini, dovrò farmi venire i calli!??

P.s. Ah, un’altra buona abitudine l’ho presa. Non si comprano più bottiglie d’acqua, direttamente dal rubinetto, visto che qui non è cosi male. Milioni di bottigliette in meno nel mondo, et voilà!
P.s.2 Se riusciamo (Con Ale) metteremo presto a disposizione del materiale molto interessante per tutti i ciclisti siculi all’ascolto.

Rispondi