Io non vedo, io non sento. Ma voto!

Anche se ora tutto ha perso il senso,
adesso che molte illusioni sono state cestinate,
adesso che abbiamo capito quello che con i nostri occhi non riuscivamo a vedere,
non possiamo fare in modo che tutto ciò spenga le nostre speranze.
Speranze lontane e lacerate ma che non possiamo smettere di coltivare.

E per questo, nonostante non serva a niente, a me viene ancora il ribrezzo nel vedere il filmato mandato in onda da Exit lunedi scorso. Niente di nuovo per carità, infatti non sono tanto le immagini a far male ma la strafottenza di chi dovrebbe difendersi, adesso che ha capito che le accuse non hanno importanza, perchè ciò che conta alla fine è essere li a comandare nonostante tutto. Non saranno certo d’altronde un paio di inchieste o di moralismi a cambiare il corso della Storia già scritta nella pietra nei secoli dei secoli.
Per questo può capitare di tutto, perchè nulla cambierà ciò che il giudizio popolare ha sancito.
E così può anche succedere che trasluddando su emule ti capiti di trovare file che non puoi non scaricare. Piccoli errori quando non si ha molta dimestichezza con lo strumento e con le cartelle condivise d’altronde possono sempre capitare. E cosi ti puoi trovare tra le mani un elenco di richieste di favori all’ordine di Raffaele Lombardo. Una piccola mappa della rete di clientele attraverso le quali conquistare i milioni di voti necessari per salire sullo scranno più alto di Palazzo delle Aquile. Dalla richiesta di lavoro, all'”aiutino” per l’esame all’università, alla richiesta di un aiuto per la lista d’attesa per il trapianto di reni.
Notizie che potrebbero far crollare palazzi. Forse da un’altra parte però. Qui passano veloci come scheggie senza impensierire nessuno. Calati juncu chi passa la china.
Perchè noi, ringraziando il cielo, abbiamo altre cose di cui occuparci, e poi queste notizie le sanno i soliti quattro gatti, perchè lei poi le ha sentite al telegiornale? No? Allora fesserie sono! Senta io devo andare, che sta cominciando “un posto al sole” e non me lo posso perdere!

Rispondi