Consumi fantasma

Viene fuori che i nostri Pc desktop anche da spenti continuano a consumare energia. Per le nostre tasche il costo si aggira intorno ai 10 euro annui, ma a livello nazionale questo si traduce in un danno di 60 milioni di euro, pari a 30-40 megawatt.

In totale per alimentare gli elettrodomestici spenti o in stand-by occorrono due o tre centrali elettriche. E come si sa produrre energia in Italia non è cosa semplice, per cui adottare un consumo più critico e non trascurare questi dettagli potrebbe essere d’aiuto

Riportando quanto letto sul Sole 24 Ore riepilogo quanto sprechiamo inutilmente per alcuni elettrodomestici:

Telefoni – Per la ricarica di un cellulare si spende un euro ogni mille ore, ma lasciando la spina del caricatore inserita nella presa, perchè continua ad assorbire energia. Lo stand-by di un telefono cordless costa almeno due euro l’anno.

Video – I vecchi videoregistratori Vhs i funzione stand-by costano anche 5 euro al’anno di consumo inerte. Il costo del decoder digitale si aggira sullo stesso livello quando è acceso ma non funziona. I dvd recorder in stand-by può costare anche 15 euro all’anno.

Tv – I televisori assorbono una discreta quantità di energia. Il costo della posizione stand-by è stata calcolata in almeno 3 euro l’anno.

Macchine del caffè – Il preriscaldamento di una macchina da caffè costa circa 5 euro all’anno.

Rispondi